«

»

Nov 09

Gray Rape: alcol, droga e sesso senza limiti

E’ allarme per un fenomeno proveniente dagli USA che sta approdando in Europa. Si tratta del Gray Rape, adolescenti sballati fino a perdere il controllo.

ragazze-ubriache

E’ un termine inglese, Gray Rape: viene usato a partire dal 2007 da una giornalista americana, tale Laura Session Stepp, per descrivere il comportamento di adolescenti americani. Dopo una sbornia, scopavano come se non ci fosse un domani. Spesso e volentieri, le ragazze pagavano questo sballo con stupri, anche di gruppo. Bere fino a non capirci più nulla per poi darla a dei perfetti sconosciuti, oppure violentare una ragazza per poi crollare esanime una volta finito. L’indomani, non ci si ricorda quasi nulla e ci si chiede se i pochi frammenti sono frutto della fantasia o siano realtà.

che cos’è il gray rape

E’ la variazione del bad sex, il sesso fatto con gente intossicata da droga o da alcool

. Anche in questo caso, non si è completamente consenzienti e consapevoli, però si ha il sentore in quanto, di solito ci si droga e si ubriaca per sballarsi e scopare. Come se alcol e droga siano una pozione magica del sesso sublime.

Le cause del Gray Rape sono da imputare all’adolescenza. I ragazzi di oggi sono pienamente convinti di poter gestire da soli la loro vita e di sapersi controllare. Scopare è la priorità, e per farsi coraggio, meglio bere fino ad annebbiarsi il poco cervello rimasto.

Una volta che il Gray Rape svanisce, le reminiscenze della sera prima sono tutti confusi. Nessun ricordo di comportamenti sessuali estremi, solo segni e ferite sul corpo che fanno pensare a una violenza. Per le ragazze, provare lo stupro è una causa persa giuridicamente parlando.

Le conseguenze sono depressione, gravidanze indesiderate e malattie veneree. Ed entrare in una spirale in cui è difficile uscirne: la ragazza che si ubriaca e fa pompini e dà la figa a chiunque. Inoltre, gli adolescenti dediti al Gray Rape possono avere problemi al fegato a causa dell’alcol in eccesso.

Tutti cercano una soluzione, ma è inutile tenere i ragazzi sotto chiave. Genitori, insegnanti e medici devono educare fin dall’infanzia al rispetto del proprio corpo e della propria salute, come dovrebbero comprendere le problematiche adolescenziali di oggi: aver paura del rifiuto, il disagio interiore e gravi insicurezze. Capire quale è la molla che spinge i giovani verso il Gray rape è il primo passo per tirarsi fuori dalla spirale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>