«

»

Ott 06

Food Porn e sitofilia, il cibo per provare piacere

Cibo e sesso. La è l’utilizzare il cibo per provare piacere. è il cibo da mangiare con gli occhi. Cosa hanno in comune?

 

sesso-sibo-sitofilia-foodporn

Food Porn e sitofilia. Se il primo si sa cosa sia, il secondo termine può confondere le idee. La parola sitofilia indica l’utilizzo del cibo per eccitarsi sessualmente. Non ha nulla a che vedere con la passione per la cucina o il sesso, ma è il cibo stesso che diventa parte integrante delle varie pratiche erotiche

. Il cibo sostituisce uno stimolatore o un vibratore, per divertirsi da soli o in coppia. Gli alimenti più gettonati sono banane, cetrioli, zucchine. Facile immaginare come mai: essi hanno la naturale forma di cazzo adatta a stimolare ogni vagina. Difficile capire come usare un melone o un’anguria. Capibile il gesto di spalmare e leccare la crema pasticcera, la panna, la Nutella o il miele sulla pelle del proprio partner. Leccarsi a vicenda è una pratica altamente eccitante.

Sitofilia estrema

Finché ci si infila un cetriolo in mezzo alle gambe o ci si lecca il miele a vicenda, tutto va bene. Esistono casi molto estremi, come gente che fora i piatti di plastica per inserire l’uccello, per poi far mangiare a lei la pasta intorno. Altro caso è il succhiare il limone per stimolare le papille gustative per poi eseguire un cunnilingus.

Sitofilia e Food Porn

La sitofilia è una cosa, Food Porn è un’altra. Food Porn è un termine che è nato oltre 30 anni fa per indicare il cibo da mangiare con gli occhi. Si iniziava a fotografare il cibo impiattato molto bene e bello esteticamente da far venire l’acquolina in bocca.

La stimolazione derivata è la stessa di quando si vedono delle belle ragazze svestite in copertina. Il Food Porn si è evoluto grazie agli smartphone e la mania di fotografare ogni piatto servito al ristorante, o a casa propria. La moda imperversa dappertutto: dalla gente comune, ai blogger e perfino tra i giornalisti enogastronomici. Pastasciutte con sugo abbondante, torte al cioccolato e arrosti succulenti sono i soggetti più fotografati, insieme a pietanze unte, goduriose e succulente. Nigella Lawson è la regina del Food Porn, con il suo approccio sensuale al cibo  che fa venir voglia di mangiare ciò che prepara, specie se è in vestaglia o con scollature vertiginose. Ma anche quando fa i suoi spuntini di mezzanotte mangiando dal frigorifero.

Sitofilia e Food Porn sono diversi: se il primo si basa sulla pratica, il secondo è puro voyerismo. Eppure, tra i due, vince l’assaggio negato di un piatto fotografato in modo spinto piuttosto che usare il cibo per scopare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>