«

»

Gen 31

Tradimenti e sesso in ufficio, la guida per scopare i colleghi di lavoro

, chi non hai mai desiderato fare una sveltina con una collega sul luogo di lavoro? E’ eccitante ma anche pericoloso. Ecco cosa fare e soprattutto con chi è possibile lasciarsi andare e scopare senza temere conseguenze nefaste.

sesso in ufficio con segretaria

Chi ha un lavoro e soprattutto un proprio deve tenerseli ben stretti, soprattutto se girano sul luogo di lavoro persone che fanno alquanto arrapare e bisognose di sesso. Fare sesso in ufficio

o in generale sul luogo di lavoro è il massimo del trasgredire, ancora di più se i protagonisti sono uno o più colleghi/e. La fantasia deve rimanere tale se non ci sono e possibilità di attuarla, ma se l’idea diventa uan fissazione, onde evitare di trovarsi disoccupati, ecco alcune dritte sicure.

Prima di tutto, bisogna essere discreti. La discrezione è tutto, pure se si è abituati a scopare sulla scrivania in maniera regolare. Prima di tutto, cercare sempre e comunque di mantenere un’aria serena se ci si deve spostare dalla propria postazione, per non insospettire i colleghi. Evitare di tenere le luci accese e soprattutto di gridare per il piacere. Chiudere sempre la porta a chiave, anche negli orari migliori. Di solito, l’ora del sesso in ufficio è di prima mattina, quando gli uffici sono semivuoti e ci sono solo gli addetti alle pulizie, oppure al termine del turno di lavoro o dell’orario di ufficio. L’orario più gettonato per soddisfare i propri appetiti libidinosi è la pausa pranzo (manco a dirlo), perché la maggioranza delle persone tende a recarsi fuori dall’ufficio per consumare un pasto.

Un elemento che non viene preso mai in considerazione è la telecamera di sicurezza: ormai il Grande Fratello ci segue ovunque, quindi studiare bene la situazione e decidere un posto dove l’occhio indiscreto di uan telecamera no potrà mai raggiungervi.

Attenzione a non compiere reati: guai a fare sesso nei pressi di scuole o dove ci possono essere dei minorenni, non farlo completamente nudi e nei luoghi considerati pubblici, per non incorrere nel reato di atti osceni, niente bondage o altre pratiche che possano attirare l’attenzione e che possano macchiare o lasciare delle tracce.

Se tutto questo è difficile, figuriamoci arrestare il gossip. Si sa che l’ufficio è un piccolo mondo e tutti sparlano di tutti alle spalle, ma bisogna farsi furbi. Pure se si ha il proprio migliore amico come collega, mai spifferare nulla, perché la voce girerà prima o poi e le conseguenze sarebbero catastrofiche. Mi viene da pensare alla tipica festa di Natale dove tutti sono un po’ brilli e per errore l’amico del cuore fa una battuta con riferimenti espliciti. Fatta la frittata.

Bisogna anche valutare bene con chi farlo. Non è una buona idea scopare col superiore né con un proprio subordinato, non tanto per etica, quanto per non diventare il suo burattino da prendere, strapazzare e poi buttarlo via. Figuriamoci se poi succede il contrario, sarebbe un inferno recarsi ogni mattina al lavoro. Meglio il pari grado.

Parola d’ordine: godersela. Ovviamente si deve mettere in chiaro che è solo puro sesso, niente sentimentalismi. Scopata per divertimento. Punto e basta. Se iniziano a fare capolino i sentimenti, fermarvi subito e riflettere bene cosa fare.

Fonte: http://www.gqitalia.it/ragazze/eros/2016/01/12/sesso-in-ufficio-cosa-fare-e-cosa-evitare/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>