«

»

Nov 05

Corso di kinbaku: come legare il bacino (Matanawa)

Seconda lezione dell’arte giapponese del , ossia il giapponese. Ecco il rituale del Matanawa, ossia come legare il bacino.

 kinbaku nodo corda

Vedi la prima lezione di kinbaku qui.

L’arte del kinbaku non ammette scuse, perché chi la vuole praticare deve essere eccellente nel praticare i nodi e le movenze previste. Di seguito, ecco il rituale di come si deve legare il bacino del sottomesso.

Prima di tutto, bisogna procurarsi una corda di almeno 8 metri, piegata a metà. Si deve iniziare a legare tenendo in mano il punto in cui la corda forma la piegatura, comunemente chiamata doppino. Passare quindi la corda dietro la schiena, poco al di sotto del punto vita e sul davanti far passare la corda dentro l’occhiello formato dal doppino. Tirare quindi nella direzione opposta per stringere(si può controllare benissimo se la corda è troppo lenta o troppo stretta).

Vedi tutorial video:

Fare un secondo passaggio dietro la schiena, più in basso rispetto a quello di prima, facendo attenzione a non incrociare le corde e non sovrapporle mai. Tornati sul davanti, far passare il pezzo di corda attraverso l’occhiello e cambiare direzione. Far passare quindi la corda sotto i passaggi intorno al bacino, affinché si formi un occhiello. In questo occhiello bisogna infilare di nuovo la corda, per poi realizzare un nodo. Stringere bene, ma controllare sempre che la morsa non sia eccessivamente stretta. Adesso si procederà a realizzare uno o più nodi: lo scopo è stimolare l’area ano genitale, quindi, far passare la corda in mezzo alle gambe. Passare quini la corda dietro e infilarla sotto ai giri intorno alla vita, poi sopra e infine dietro la corda che sale dalle natiche, avendo cura di chiudere bene il passaggio. Ora, la legatura deve essere fermata con un nodo semplice, oppure, se la corda avanzata è tanta, basterà eseguire altri nodini o usarla in maniera creativa.

Riportare la corda sul davanti e farla passare sotto a una delle due corde verticali che vanno sotto l’inguine, quindi cambiare direzione e riportare la corda dietro la schiena tirandola leggermente. In questo modo si aprirà il passaggio verticale davanti. A questo punto, far passare la corda dietro sotto la corda che proviene dalle natiche, ripetere il passaggio sull’altro lato, facendo passare la corda sulla schiena e sotto il passaggio verticale sul retro. Fissare la corda dividendo i due capi e bloccandoli con un nodo, o inserendola intorno ai vari passaggi e bloccarla tra i nodi tra le due corde in tensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>