«

»

Ago 12

Sesso con la hostess in aereo – Racconto erotico

Scopata in aereo

 sesso in aereo

Quando avevo appena 19 anni, ero in volo su un aereo di linea che mi avrebbe portato in Olanda, per raggiungere mio Zio, il fratello di mia nonna, emigrato lì in giovane età e che mi avrebbe ospitato a casa sua mentre trascorreva la mia vacanza-ricompensa per l’esame appena superato.

Si sarebbe trattata di un’esperienza unica. E andavo lì con la speranza di soddisfare anche il mio appetito sessuale visto che si sa: Amsterdam è proprio la capitale del sesso! Ma non immaginavo che le mie avventure sarebbero iniziate già su quell’aereo. Prestava infatti servizio quel giorno una giovane e carina italiana, addirittura più giovane di me: aveva solo 18 anni. Di quelle ragazze di rara bellezza che suggeriscono castità ma che sai che ti farebbero divertire a letto.
Il mio posto era proprio accanto a quella dell’hostess, così fu inevitabile cominciare a parlare con lei per trascorrere un po’ quelle noiose due ore. Mi spiegò che appunta aveva iniziato da poco e stava iniziando a lavorare giovanissima: era così simpatica, mi faceva ridere e io facevo ridere lei e capì subito che c’era un’ intesa speciale tra noi.
E poi le fanno vestire proprio sexy queste hostess, con la gonna aderente con lo spacco e delle sexy camicette che spesso lasciano intravedere i loro bei seni. Proprio lei, che mi disse di chiamarsi Chiara, aveva un bel balconcino e sporgendomi un po’ verso di lei potevo vedere bene il contenuto della sua camicia e ciò mi provocò di già un’erezione.

Rimasi sorpreso di come rapidamente e drasticamente si passò al sesso.. Infatti mi disse: “Mi sa che tu hai bisogno del ! Ahahah” (Indicando il mio pacco rigonfio) – “Ah, già si, hai notato..” (arrossendo) – “E’ così grosso, impossibile non notarlo!” (continuava a fissarlo) – Così per spezzare un po’ quel momento così imbarazzante mi feci spiegare dove fosse il e ci andai.

Chiuso in quello stanzino iniziai a masturbarmi, ma all’improvviso sentì bussare, “Occupato” risposi, poi sentì quella dolce vocina di Chiara che mi diceva: “Sono io, apri, veloce!”. Aprì e si infilò anche lei lì dentro. Iniziammo a baciarci e lei iniziò a toccarmi il cazzo che “purtroppo” era rimasto mezzo fuori nella fretta. In quel minuscolo stanzino lei riuscì comunque ad abbassarmi e a tirarmi un pompino stratosferico. Riuscì a godere tantissimo, poi però le alzai la gonna verso l’alto così che potesse allargare le gambe, e le sbottonai la camicetta e il reggiseno. La presi in braccio e glielo infilai nella fica, iniziai a sbattermela facendomela rimbalzare addosso e facendomi poggiare le sue belle tette in faccia, mentre gliele leccavo.

Ogni tanto quando mi stancavo la poggiavo contro la parete e continuavo a scoparmela, si sentivano urla e botti da fuori, motivo per cui appena uscimmo di nuovo tutti ci fissavano, ma a me poco importava di cosa pensavano loro, fatto sta che in quella situazione conobbi quella che è adesso mia moglie.

Già, perché proprio in una di quelle botte io le venni dentro, restammo in contatto e qualche mese dopo si scoprì essere incinta. Sono felicissimo del nostro bambino nato da quel rapporto così passionale, e poco dopo ci sposammo.
Che follia sensata! 🙂

1 ping

  1. Hostess Cathay Pacific che fanno sesso con i piloti: video e foto riprese da un passeggero | Foto e video sexy gratis - Sito Sexy

    […] del pilota, si possono trasformare in vere porcelle. E’ successo che personale di volo e hostess hanno fatto sesso. Alcuni scatti risalgono al […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>